“Frutti dello Spirito Santo”: generando vita intorno

Preparati per uno studio speciale sull’argomento. Vedi di più

C’è un albero chiamato Ceiba pentandra. È conosciuta come la “madre” o la “regina” della foresta. Questa fama è dovuta al fatto che, d’inverno, immagazzina l’acqua dentro di sé in modo che d’estate rimanga vivo e fornisca acqua anche agli altri alberi che gli stanno intorno. E così la flora attorno non muore, perché genera vita.

“Fontana zampillante”:

Lo stesso avviene con i figli di Dio attraverso lo Spirito Santo. Il Signore Gesù paragona coloro che sono suoi come alberi buoni che danno vita a coloro che li circondano. Attraverso il frutto di una persona possiamo conoscere qual è la sua natura.

“Perché non esiste albero buono che faccia frutti cattivi, né albero cattivo che faccia frutti buoni. Perché ogni albero si riconosce dal suo frutto; poiché non raccolgono fichi dai rovi, né uva dai rovi. L’uomo buono trae il bene dal buon tesoro del suo cuore, mentre l’uomo malvagio trae il male dal malvagio tesoro del suo cuore, perché dall’abbondanza del suo cuore parla la sua bocca» (Luca 6:43-45).

Pertanto, coloro che possiedono lo Spirito di Dio sono “sorgenti di vita eterna”, come ha sottolineato in un altro momento anche il Signore Gesù.

“Chi crede in me, come dice la Scrittura, fiumi d’acqua viva sgorgheranno dal suo ventre. E questo disse dello Spirito che avrebbero ricevuto coloro che avrebbero creduto in lui; perché lo Spirito Santo non era ancora stato dato, perché Gesù non era ancora stato glorificato” (Gv 7:38-39).

Lo studio “Frutti dello Spirito Santo”:

Pertanto, cogli l’occasione per apprendere questo prezioso insegnamento da Dio. Mercoledì 27 marzo si svolgerà l’approfondimento “I frutti dello Spirito Santo”. Puoi partecipare presso la sede nazionale, Rue de Genève 96 – 1226 Thônex, o presso il CDAU più vicino (vedi indirizzo qui).

Fonte: universal.org